Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Psicofisica della visione

Oggetto:

Psychophysics of Vision

Oggetto:

Anno accademico 2016/2017

Codice dell'attività didattica
MED3290B
Docente
Carlo ALECI (Titolare del corso)
Insegnamento integrato
Corso di studi
[f007-c308] laurea i^ liv. in ortottica ed assistenza oftalmologica (abil.alla prof. san. di ortottista ed ass. di oftalmol.) - a torino
Anno
3° anno
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
1
SSD dell'attività didattica
MED/30 - malattie apparato visivo
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Obbligatoria
Tipologia d'esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Scopo del corso è rendere lo studente in grado di:

-comprendere i principi della psicofisica della visione.

-portare a termine correttamente gli esami psicofisici di uso comune nella pratica clinica oftalmologica e valutare i risultati ottenuti.

- valutare criticamente gli aspetti salienti della ricerca scientifica sulla psicofisica della visione, incoraggiando l’interesse sull’argomento

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Lo studente al termine delle lezioni dovrà dimostrare conoscenze e capacità di comprensione in merito a:

a) conoscenza delle diverse procedure psicofisiche

b) modalità e razionale di somministrazione di esami psicofisici

c) capacità di valutazione critica dei risultati ottenuti con esami psicofisici in ambito clinico e sperimentale

d) conoscenza degli esami psicofisici di utilizzo clinico corrente

 

Lo studente inoltre, applicando la conoscenza e la comprensione acquisite con questo insegnamento e integrandole con quelle derivate da altri insegnamenti (indicare quali…), dovrà essere in grado di:

_ interpretare i risultati psicofisici inerenti altri domini sensoriali ottenuti nel paziente,  integrandoli con quelli a disposizione.

Lo studente dovrà inoltre avere acquisito la capacità di disegnare una prove psicofisica mirata nel caso in cui si rendesse necessaria la stima di una determinata funzione visuopercettiva

Oggetto:

Modalità di insegnamento

L'insegnamento si articola in 12 ore di didattica frontale, che prevedono una forte componente interattiva tra docente e studenti e 6 ore di didattica integrativa

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L’apprendimento viene verificato in un tempo: prova orale

Oggetto:

Attività di supporto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggetto:

Programma

- Definizione di psicofisica. Il suo ruolo nella pratica clinica oftalmologica ed ortottica. Soglia assoulta e differenziale. La frazione di Weber. Risposte false positive e false negative.

-  La funzione psicometria come frequency-of-seeing-curve

-  I due approcci psicofisici: approccio si-no e scelta forzata

-  I metodi psicofisici: stimoli costanti, il metodo dei limiti ed il metodo dell’aggiustamento

-  Le procedure psicofisiche: adattative e non adattative

-  Le procedure psicofisiche adattative: panoramica

-  Psicofisica della visione della pratica clinica oftalmologia: acuità visiva, perimetria, sensibilità al contrasto, accomodazione ed altri ambiti.

-   La psicofisica della lettura

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

Misurare L’anima. Psicofisica per non psicofisici. Italian version, Carlo Aleci, TiPubblica, Milano 2015

 Gescheider G.  Psychopshysics: the fundamentals, Lawrence Erlbaum Associated, Routledge Ed, 1997

 



Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 27/10/2016 11:46
Non cliccare qui!