Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

Tesi e laurea


(DM 270/04, art 11, comma 3-d)
La prova finale, con valore di Esame di Stato abilitante alla professione di Ortottista ed assistente in oftlamologia si compone di:
a) una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie dello specifico profilo professionale;
b) redazione di un elaborato di una tesi e sua dissertazione.
Il punteggio finale è espresso in centodecimi.
L'esame finale con valore abilitante comprende la dimostrazione di abilità professionali e la relazione e discussione di un elaborato. Lo studente ha la disponibilità di sei CFU finalizzati alla preparazione della Prova Finale. L'esame finale deve valutare la capacità dello studente di applicare le conoscenze e le abilità acquisite per sviluppare le competenze professionali previste dallo specifico profilo professionale. La Prova Pratica è intesa a misurare la capacità di applicare le metodologie professionali specifiche a situazini reali o simulate, purchè sia garantita una standardizzazione delle prove per tutti gli studenti. L'elaborato finale (Tesi) è un lavoro di formalizzazione, progettazione e/o sviluppo da parte dello studente che deve contribuire sostanzialmente al completamento della sua formazione professinale e scierntifica. Il contenuto dell'elaborato finale deve essere attinente a tematiche professionali.La Prova Pratica e la Discussione dell'elaborato costituiscono l'esame finale e quindi devono essere sostenute contestualmente dallo studente nella stessa sessione.

La prova finale si esplica con la prova pratica intesa a misurare la capacità di applicare le metodologie professionali specifiche (visita ortottica o test semeiologici estratti a sorte il giorno stesso) e mediante la discussione un elaborato finale (tesi) rivolto alla Commissione d'esame ed al pubblico presente in aula.
Dopo aver superato tutte le verifiche delle attività formative incluse nel piano di studio e aver acquisito almeno 180 crediti, ivi compresi quelli relativi alla preparazione della prova finale, lo studente, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'università, è ammesso a sostenere la prova finale, con valore abilitante. Lo studente ha la disponibilità di sei crediti finalizzati alla preparazione della prova finale. 2. L'esame finale deve valutare la capacità dello studente di applicare le competenze professionali previste dal Profilo specifico. L'esame finale consiste in una prova pratica nel corso della quale lo studente deve dimostrare di aver acquisito le conoscenze e le abilità teorico-pratiche e tecnico-operative proprie del profilo professionale., e nella Pagina 16 di redazione e dissertazione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore, scelto tra i docenti del Corso di Laurea. Può essere prevista la figura di un correlatore, con autorizzazione specifica del Presidente del Corso di Laurea, e di un docente controrelatore. La prova finale è organizzata, con decreto del MIUR di concerto con gli altri Ministeri competenti, in due sessioni definite a livello nazionale. La prima, di norma, nei mesi di ottobre e novembre, la seconda in quelli di marzo e aprile. Le date delle sedute sono comunicate in tempo utile ai Ministeri competenti (MIUR e Ministero della Salute), che possono inviare propri esperti, come rappresentanti, alle singole sessioni. Tutte le informazioni riguardanti le modalità e le scadenze relative alle sessioni di laurea sono reperibili nell'area web del Corso di Laurea. La prova pratica è intesa a misurare la capacità di applicare le metodologie professionali specifiche a situazioni reali o simulate; deve essere garantita una standardizzazione delle prove per tutti gli studenti. La prova pratica si conclude con un punteggio compreso tra 0 e 5 punti. L’elaborato della tesi e la sua dissertazione rappresentano un lavoro di formalizzazione, progettazione e/o sviluppo da parte dello studente, che deve contribuire sostanzialmente al completamento della sua formazione professionale e scientifica. Il contenuto dell’elaborato finale deve essere inerente a tematiche professionali. L’elaborato e la sua dissertazione finale possono ricevere un punteggio compreso fra 0 e 5 punti, tenendo conto dell’ originalità e della natura sperimentale o compilativa dell’elaborato stesso.

La Commissione per la prova finale è composta da non meno di sette membri e non più di undici, ed è nominata dal Rettore su proposta del CCL. La Commissione comprende almeno due membri designati dal Collegio professionale, ove esistente, ovvero dalle Associazioni professionali maggiormente rappresentative individuate secondo la normativa vigente. Gli altri componenti sono docenti del Corso di Laurea, fra i quali deve essere garantita la rappresentanza dello specifico settore professionale. 3. La valutazione conclusiva della carriera dello studente dovrà tenere conto delle valutazioni sulle attività formative precedenti e sulla prova finale nonché di ogni altro elemento rilevante. A determinare il voto di laurea, espresso in centodiecidecimi, contribuiscono i parametri seguenti: a. la media ponderata dei voti conseguiti negli esami curriculari, espressa in centodiecidecimi; b. i punti attribuiti dalla Commissione per la prova finale alla prova pratica e alla dissertazione di un elaborato di tesi, fino ad un massimo di 10 punti; c. i punti per ogni lode ottenuta negli esami di profitto (0,1 punti per lode); d. i punti di coinvolgimento in programmi di scambio internazionale fino ad un massimo di 1 punto in relazione alla durata dell'esperienza. Il voto complessivo, determinato dalla somma dei punteggi previsti dalle voci da a) a d), viene arrotondato per eccesso o per difetto al numero intero più vicino. La lode può venire attribuita, con parere unanime della Commissione, ai candidati che conseguano un punteggio finale di 110. 4. I crediti relativi alla lingua straniera, associati alla prova finale previsti nella scheda delle attività formative, devono riguardare una delle lingue europee principali e si conseguono normalmente con apposite prove, secondo quanto indicato nei percorso di studio.

Segreteria Studenti  (link sito Scuola di Medicina)
Domanda di laurea (link sito Scuola di Medicina)

Sessione ottobre - novembre 2021

  • Prova pratica: 11 Novembre 2021 ore 9.00 presso l'Ospedale S. Lazzaro - Clinica Oculistica dell'Università di Torino 
  • Discussione Tesi: 12 Novembre 2021 ore 9.00 Aula Magna istituto Rosmini - Via Rosmini 6/A - Torino

Ultimo aggiornamento: 27/10/2021 11:49
Non cliccare qui!